Tipi di sepoltura

 

img08

 

L’ATTIVITA’ FUNEBRE (Art.2 del D.L. Giunta Regionale del 8/8/12) si intente un servizio che comprende ed assicura, in forma congiunta, le seguenti prestazioni e forniture:
disbrigo pratiche amministrative inerenti al decesso, su mandato dei familiari;
vendita di casse mortuarie e altri articoli funebri;
trasferimento durante il periodo di osservazione e trasporto cadavere, di ceneri e di resti mortali.
L’attività funebre è svolta, nel rispetto delle necessarie misure igenico-sanitarie e delle norme vigenti in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, dai soggetti di cui l’art. 5, comma 2, della Legge Regionale 15/2011.img09

Detto questo, la cosa più importante da parte del FAMILIARE è la “scelta del tipo di sepultura”, per tutto quello che concerne il contorno (fiori, manifesti, ricordini, funzione religiosa o civile) non vi è nessun obbligo da rispettare. Ogni persona colpita da un lutto si deve sentire LIBERA di scegliere ciò che crede meglio per il proprio caro.

 

 

img05

– Inumazione (in terra): si utilizza solo un cofano funebre senza zinco.
Il fondo della fossa per inumazione deve distare almeno 0,50 m dalla falda freatica. La profondità deve essere non inferiore ai 2 m (sono consentite deroghe per motivi di assetto idrologico)

 

 

 

img06

– Tumulazione (sepoltura in loculi di casellari comunali, arciconfraternite o tombe di famiglia): si utilizza una cassa con zinco la quale viene saldata dopo le ore stabilite dal medico necroscopo.
Si consiglia, se la tumulazione avviene in loculi o tombe di famiglia non recenti, di avvertire l’impresa che controlli le dimensioni del loculo, durante l’organizzazione del funerale, per evitare spiacevoli conseguenze all’atto della tumulazione.

 

 

img07

– Cremazione: salma e cassa vengono bruciate nei vari Tempi Crematori i quali garantiscono l’avvenuto esecuzione del processo secondo le normative vigenti e le ceneri stesse della salma vengono immesse in urne cinerarie.
Si fa presente che l’urna accompagnata dalla documentazione rilasciata dal tempio crematorio, pùo essere trasportata dal parente stesso che lo richiede.

 

 

 

img11

A) Per la cremazione non è obbligatorio iscriversi presso società inerenti in quanto, all’atto del decesso, è sufficiente la dichiarazione degli eredi legittimi che attestano le volontà del defunto ad essere cremato.

Solo nel caso che una persona ad oggi si trovi sola (senza eredi legittimi o contrari alle proprie volontà) si consiglia vivamente ad escriversi ad una associazione che ne tuteli le volontà.

 

img10B) è possibile l’affido domiciliare dell’urna cineraria o la dispersione delle ceneri in natura a seconda delle disposizioni territoriali competenti.